Il PON Legalità in Campania

Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in occasione di una visita a Napoli, dove ha partecipato ad una seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura, ha richiamato il contributo del PON Legalità all’azione di contrasto alla criminalità.

Il Programma Legalità ha infatti finanziato diverse iniziative in Campania ed a Napoli. Tra queste un progetto del valore di 3 milioni di euro a favore del Comune di Napoli dal titolo “Percorsi di Inclusione Innovazione Territoriale ed Empowerment nel Rione Sanità di Napoli”, finalizzato all’inclusione di giovani a rischio devianza, così come il progetto a favore della Città metropolitana di Napoli del valore di circa 3 milioni di euro dal titolo “Esserci nel quartiere”.

La città di Napoli ha inoltre ricevuto un finanziamento del PON Legalità di 1,5 milioni di euro per il recupero di un bene confiscato. Altri recuperi di beni confiscati per fini sociali sono stati finanziati dal PON legalità a Giugliano, Battipaglia, Salerno, Casalnuovo, Scafati, Eboli, Santa Maria La Fossa, Villa Literno, Afragola, Castellammare di Stabia, San Giorgio a Cremano, Gricignano d’Aversa, Ercolano, Portici e Saviano. L’investimento complessivo del Programma in Campania sui beni confiscati è di oltre 15 milioni di euro.

Ulteriori finanziamenti hanno riguardato la realizzazione di sistemi di videosorveglianza nelle aree ricomprese nel patrimonio UNESCO della città di Napoli nonché nell’area portuale di Napoli, nelle aree industriali di tutta la Campania ed a favore di alcuni dei principali attrattori culturali per un totale di 51 milioni di euro.

FONTE: PON LEGALITÀ