Politica di coesione nel Mezzogiorno, avviate le verifiche e l’analisi di efficacia per un migliore utilizzo delle risorse

L’Agenzia per la coesione territoriale è impegnata a realizzare le verifiche e l’analisi di efficacia su opere pubbliche o su specifiche azioni ed interventi.

Le attività avviate dal Nucleo di Verifica e Controllo (NUVEC), mirano a far emergere le condizioni di successo, per poterle replicare in altri contesti, ed a definire le azioni e gli strumenti da mettere in campo, per accelerare la realizzazione di interventi, per i quali si verificano fattori di criticità che ne rallentano l’attuazione.

La conoscenza “sul campo” ed un confronto con i principali soggetti coinvolti nella programmazione ed attuazione degli interventi, consentirà di capitalizzare le esperienze e, ove necessario, riorientare metodi e processi per un migliore utilizzo delle risorse pubbliche, coerentemente con il principio costituzionale del buon andamento dell’azione amministrativa.

La metodologia

In questa fase di sopraggiunta emergenza sanitaria la metodologia, che prevedeva fin dal suo avvio sopralluoghi nelle aree di intervento e confronto diretto con i beneficiari, le amministrazioni titolari delle risorse e le parti interessate, è stata adeguata con il necessario ampliamento della fase “desk”, attualmente in corso.

Sono due i momenti caratterizzanti questa fase:

  • la selezione di 24 interventitre per ciascuna delle 8 Regioni del Mezzogiorno, effettuata dalla Banca Dati Unitaria (BDU) del Sistema Nazionale di Monitoraggio (SNM), attraverso un criterio generale di significatività, legato alla rilevanza del fabbisogno alla base dell’operazione, nello specifico contesto territoriale, alle sue dimensioni finanziarie, al settore/policy di intervento, alla tipologia di beneficiario, ed all’impegno attuativo richiesto ai soggetti pubblici coinvolti
  • l’avvio dell’analisi desk degli interventi individuaticon l’esame della documentazione disponibile per ciascun intervento presso gli Uffici dell’ACT, e, parallelamente, con l’attività di interlocuzione con i referenti regionali del finanziamento, i soggetti beneficiari e le stazioni appaltanti, la rete dei Nuclei, ed eventuali altri soggetti coinvolti nell’attuazione del progetto.

I sopralluoghi in loco, auspicabilmente programmati a partire dal mese di settembre, consentiranno di arricchire le informazioni raccolte e predisporre un Report finale nel quale verranno riportate le principali risultanze delle attività di verifica e presentate proposte operative e indicazioni sulle possibili misure – anche di carattere generale – da intraprendere per un più efficace utilizzo delle risorse della politica di coesione.

L’attività di verifica è eseguita dal NUVEC anche attraverso il supporto del Progetto “Efficacia” finanziato con risorse a valere sul Pon Governance.

 

FONTE: Agenzia per la Coesione Territoriale