EUROPA CREATIVA

Europa Creativa è il programma dell’Unione europea volto a salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale europeo nella sua interezza e diversità, proteggere, sviluppare e promuovere la diversità culturale e linguistica europea, e a sostenere una crescita economica inclusiva e intelligente, attraverso il supporto alla competitività internazionale del settore culturale e creativo.

Le risorse disponibili ammontano a 1,46 miliardi di euro. 

OBIETTIVI

Europa Creativa si prefigge:

  • di aiutare i settori culturali e creativi a cogliere le opportunità dell’era digitale e della globalizzazione
  • consentire ai settori di sfruttare il loro potenziale economico, contribuendo alla crescita sostenibile, all’occupazione e alla coesione sociale
  • favorire l’accesso dei settori europei della cultura e dei media a nuove opportunità, mercati e pubblici internazionali.

SOGGETTI AMMISSIBILI

Il programma Europa Creativa coinvolge i seguenti beneficiari: associazioni e istituzioni culturali, organizzazioni creative nell’ambito dell’audiovisivo, della musica, delle arti e dello spettacolo, fondazioni, case editrici, enti pubblici (regioni, comuni e province nelle loro espressioni tematiche – es. assessorati alla cultura), industrie culturali e creative, università e centri di ricerca nelle loro espressioni tematiche, network culturali europei ed osservatori culturali internazionali.

AMBITI DI INTERVENTO

Il programma è suddiviso in due componenti principali: un sottoprogramma “Cultura” e un sottoprogramma “Media”, a loro volta organizzati in settori prioritari e tipologie di azione.

Iniziative legate al settore culturale: promozione della cooperazione transnazionale culturale e linguistica.

Prevede quattro settori d’azione prioritari:

  • Finanziamento di progetti di cooperazione europea in settori culturali e creativi di una durata di minimo 48 mesi (progetti su piccola scala con un capofila e almeno due consorziati e progetti su larga scala con un capofila e almeno cinque consorziati);
  • Opportunità di promozione e traduzione di lavori letterari nell’ambito dell’Unione europea.
  • Strutturazione di network che aiutino le imprese dei settori culturali e creativi ad operare in rete, aumentandone la competitività e la transnazionalità.
  • Costruzione di piattaforme atte a promuovere artisti emergenti e a stimolare una programmazione europea di lavori artistici e culturali.

Iniziative legate al settore dell’audio-visivo: promozione dello sviluppo, dell’accesso e della distribuzione di lavori audio-visivi.

Prevede otto settori d’azione prioritari:

  • Promozione di iniziative atte a sostenere la distribuzione di lavori.
  • Promozione di iniziative atte a sostenere l’accesso a mercati.
  • Iniziative a supporto dello sviluppo di progetti o di serie di progetti
  • Supporto alla produzione di programmi televisivi o videogiochi, nel caso di programmi televisivi che coinvolgono almeno tre networks europei (nel formato “one-off” o seriale) e includono film o serie TV (minimo 90’ di durata, inclusi sequels, seconde o terze stagioni), animazione (minimo 24’ di durata) e televisione creativa e documentaristica (minimo 50’ di durata
  • Attività atte ad accrescere l’interesse e a migliorare l’accesso a lavori audio-visivi.
  • Attività ideate per promuovere l’interesse nel mondo cinematografico, come “film festivals” e “cinema networks”.
  • Azioni atte a facilitare la co-produzione internazionale e a rafforzare la circolazione e distribuzione di lavori.
  • Attività atte a rafforzare le capacità dei professionisti del settore audio-visivo, principalmente legate alla digitalizzazione e allo sviluppo di opportunità e competenze.

Intervento intersettoriale: supporto alla rete dei Creative Europe Desks, promozione della cooperazione sulla creazione di politiche transnazionali negli ambiti del progetto, la costituzione di un meccanismo di garanzia legato al settore culturale e creativo. 

I tre settori d’azione prioritari:

  • Supporto alla rete dei Creative Europe Desks – Atti a fornire informazioni legate alla promozione del programma Europa Creativa in ogni singolo Stato membro, con un accento particolare alla divulgazione dei bandi disponibili, alla necessità/possibilità di creare partenariati transnazionali.
  • Promozione della cooperazione sulla creazione di politiche transnazionali in ambito culturale e creativo, atto a promuovere lo scambio di esperienze e il know-how, attraverso la raccolta di dati, studi e analisi legate al mercato del lavoro, la produzione di studi statistici, la ricerca di nuovi modelli di finanziamento, distribuzione e monetizzazione del settore, così come l’organizzazione di conferenze, seminari, tavole rotonde settoriali.
  • Costituzione di uno Strumento di Garanzia legato al settore culturale e creativo. Tale strumento è atto facilitare l’accesso a risorse economico-finanziarie per micropiccole-medie organizzazioni del settore culturale e creativo.

Per maggiori approfondimenti su Europa Creativa

In evidenza