Selezione di partner per lo svolgimento di attività in qualità di Centri Europe Direct (2021 – 2025), invito a presentare proposte

La Commissione europea, tramite la sua Rappresentanza in Italia, lancia un invito a presentare proposte per la selezione di partner ai fini della gestione dei centri EUROPE DIRECT per il periodo 2021-2025.

La missione

I centri EUROPE DIRECT:

  • promuovono attivamente e in modo continuativo la partecipazione dei cittadini allo scopo di rafforzarne il senso di responsabilità nei confronti del progetto europeo;
  • attraverso l’organizzazione di attività di informazione e coinvolgimento, permettono ai cittadini di compiere scelte consapevoli sul futuro dell’UE partecipando a pieno titolo al processo democratico europeo;
  • favorendo una migliore comprensione del funzionamento dell’UE e della sua democrazia parlamentare nonché delle responsabilità dell’UE, sensibilizzano i cittadini sui vantaggi che l’UE offre loro quotidianamente, evidenziando al tempo stesso il valore aggiunto dell’Unione;
  • contribuiscono a identificare quegli aspetti delle politiche dell’UE che sono importanti per le comunità locali e a formulare messaggi e attività utili a soddisfare le esigenze locali;
  • mediante attività di comunicazione e iniziative di coinvolgimento della cittadinanza, contribuiscono a preparare il terreno per le priorità politiche strategiche della Commissione e del Parlamento;
  • recepiscono le istanze dei cittadini e consentono di fornire un riscontro alle istituzioni dell’UE;
  • lavorano a stretto contatto con le Rappresentanze della Commissione e con gli uffici del Parlamento europeo (di seguito “EPLO”) nei rispettivi Stati membri. I centri si adoperano inoltre per collaborare con altre reti di assistenza e punti di contatto dell’UE o locali e per promuovere gli scambi e il coordinamento reciproci.

Cinque compiti fondamentali

I centri EUROPE DIRECT devono svolgere i seguenti compiti:

  1. Informazione e coinvolgimento dei cittadini
  2. Relazioni con i media e i moltiplicatori locali
  3. Conoscenza dei temi UE sensibili a livello locale
  4. L’UE nelle scuole
  5. Promozione di una rete regionale di reti

Criteri di ammissibilità

Possono presentare proposte i seguenti richiedenti:

  • enti pubblici, quali comuni o enti locali/regionali di altro livello, oppure
  • enti privati con una missione di servizio pubblico

Non sono ammissibili le persone fisiche.

Sono ammissibili solamente le domande di soggetti giuridici stabiliti in Italia

Presentazione delle domande

I richiedenti sono invitati a consultare il seguente indirizzo https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/opportunities/topicdetails/ed-it-2020 e a seguire la procedura per la presentazione delle proposte.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 17:00 del 15 ottobre 2020.

Documentazione

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE
Allegato 1: Modulo di domanda, compresa la checklist con la documentazione da trasmettere
Allegato 2: Autocertificazione
Allegato 3: Elenco delle reti di assistenza o informazione dell’UE
Allegato 4: Linee guida generali sui requisiti minimi di presenza online