Smart mobility nelle aree interne della Campania: un investimento di 46 milioni di euro di Fondi europei con il progetto Borgo 4.0

Il progetto Borgo 4.0 trasformerà una parte delle aree interne della Campania in smart cities e luoghi per la smart mobility. Il 21 ottobre scorso la Regione Campania ha emanato l’avviso pubblico per la selezione della Piattaforma tecnologica di filiera “Mobilità Sostenibile e Sicura”, stanziando 46 milioni di euro di risorse (fondi POR FESR 2014/2020 per «supportare le attività di R&S delle filiere di eccellenza che contribuiranno allo sviluppo della mobilità del futuro, nelle sue molteplici declinazioni ed evoluzioni tecnologiche»).

Il bando punta alla creazione di un partenariato qualificato tra grandi imprese, piccole e medie imprese e organismi di ricerca che lavoreranno con Regione Campania e Comuni delle aree interne dell’Alta Irpinia, per allestire il laboratorio industriale che dovrà disegnare, testare e produrre l’auto del futuro e le strade (intelligenti) che in avvenire sostituiranno quelle attuali. Con questo avviso si selezioneranno i protagonisti industriali di questa sfida, favorendo l’aggregazione tra gli attori della filiera tecnologica dei trasporti di superficie e logistica per lo sviluppo delle nuove tecnologie e dei nuovi modelli di mobilità sostenibile e sicura.

Si punta così a valorizzare le innovazioni di smart mobility e a stimolare la domanda di nuova mobilità della Pubblica Amministrazione, coinvolgendo direttamente i Comuni.

FONTE: AGENZIA DI COESIONE